Cerca

Camorra: minacce a una giornalista, arrestato cognato boss dei casalesi

Cronaca

Caserta, 15 giu. - (Adnkronos) - Armando Vincenzo Caterino di 38 anni e' stato arrestato a Casal di Principe dai carabinieri della locale compagnia in base ad una ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli su richiesta dei pm della Direzione distrettuale antimafia coordinata dal procuratore aggiunto Federico Cafiero de Raho. Caterino e' indagato per violenza privata con l'aggravante di essersi avvalso della forza di intimidazione derivante dall'appartenenza al clan dei casalesi e del conseguente stato di assoggettamento che ne deriva. Caterino e' il cognato del boss dei casalesi Nicola Panaro, ex reggente del gruppo Schiavone capeggiato da Francesco Schiavone detto Sandokan.

Caterino con altri camorristi non ancora identificati avrebbe minacciato, costringendo una giornalista ad allontanarsi da una strada situata nei pressi della compagnia dei carabinieri di Casal di Principe. La giornalista si stava recando in caserma per svolgere il proprio lavoro e per acquisire notizie in merito all'arresto del boss Panaro. La cronista fu costretta a fuggire per andare a rifugiarsi nella caserma per evitare spiacevoli conseguenze ma impedendole di esercitare il diritto di cronaca e la divulgazione di notizie riguardanti gli arresti di esponenti del clan dei casalesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog