Cerca

Giornalista Aki: madre Pearl, suo omicidio colpo alla democrazia in Pakistan

Esteri

New York, 16 giu. - (Adnkronos/Aki) - ''L'uccisione di Syed Saleem Shahzad pone ostacoli al giornalismo e alla prospettiva di democrazia in Pakistan''. E' cosi' che Ruth Pearl, la madre del giornalista americano Daniel Pearl ucciso a Karachi il primo febbraio del 2002 dopo essere stato rapito da fondamentalisti islamici, commenta con AKI - ADNKRONOS INTERNATIONAL l'omicidio del corrispondente di Aki in Pakistan avvanuto a fine maggio.

Decapitato con l'accusa di essere un agente della Cia, Pearl si era recato in Pakistan come inviato del 'Financial Times' per indagare sui rapporti tra al-Qaeda e i servizi di intelligence pakistana (l'Isi), mentre Shahzad prima di essere rapito e ucciso aveva scritto un articolo sui rapporti tra al-Qaeda e la Marina militare pakistana.

Fondatrice, insieme al marito Judea, della 'Daniel Pearl Foundation', Ruth sostiene che ''un giornalismo onesto e veritiero e' la nostra speranza per un mondo piu' sano e piu' pacifico''. E ricorda che ''grazie a Dio il nostro giornalista Umar Cheema, rapito e torturato a settembre, e' scappato a un destino simile a quello di Shahzad''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog