Cerca

Usa: hacker attaccano brevemente sito della Cia

Esteri

Washington, 16 giu. - (Adnkronos/Washington Post)- Il gruppo hacker LulzSec e' riuscito a bloccare il sito web della Cia per un paio d'ore. Alle 17.48 di Washington e' apparso l'annuncio su Twitter : "Tango down- cia.gov- for the lulz". E il sito della Central Intelligence Agency e' potuto ripartire soltanto alle 20.00. La tecnica usata per l'attacco e' stata quella del 'denial of service' (negazione di servizio), ovvero quella di inondare il server di richieste per farlo andare in tilt. La portavoce della Cia, Marie Harf, si e' limitata a commentare che l'agenzia "sta esaminando queste notizie".

LulzSec si definisce "leader mondiale nel divertimento di alta qualita' a vostre spese" e non e' nuovo ad attacchi clamorosi sul web. In passato ha bloccato i siti della Sony, del Senato americano e della sezione di Atlanta di Infragard, una partenership fra l'Fbi e il settore privato per la condivisione di informazioni utili a prevenire atti ostili contro gli Stati Uniti. Negli ultimi due attacchi, il gruppo di hacker ha rubato e pubblicato decine di user name, password e indirizzi e-mail.

Apparentemente il gruppo ha agito piu' per divertimento e per sottolineare le vulnerabilita' del sistema, piuttosto che per causare reali danni. Secondo il cyber esperto Richard Stiennon, ha una sorta di "agenda anarchica": "sono contro il controllo governativo dell'informazione, cosi' come sono contro il controllo dei media sulla musica e i film". LulzSec, aggiunge, si e' staccato da Anonymous, il gruppo che ha attaccato i siti di organizzazioni percepite come ostili a Wikileaks.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog