Cerca

Bologna: cambia sesso dopo matrimonio, Corte d'Appello impone separazione

Cronaca

Roma, 16 giu. - (Adnkronos) - Ha cambiato sesso dopo il matrimonio e da uomo e' diventato donna. Ma l'unione omosex che ha sollevato diverse questioni burocratiche e' stata interrotta con una sentenza della Corte d'appello di Bologna che ''ha separato Alessandra Bernaroli dalla sua consorte''. Secondo quanto riporta 'La Repubblica' nelle pagine locali di Bologna, l'ultimo strascico della vicenda risale a ieri ''quando i giudici della Corte hanno decretato che il matrimonio deve essere sciolto con la motivazione che sarebbe venuta meno la diversita' sessuale tra coniugi''. ''La sentenza - si legge sul quotidiano - ha ribaltato quella del tribunale civile di Modena che, in prima istanza, aveva dato ragione a Bernaroli e consorte, negando che un funzionario dell'anagrafe potesse cancellare un legame giuridico.

''I coniugi si erano rivolti ai magistrati dopo che Bernaroli aveva ottenuto il cambio di sesso sulla carta d'identita' in seguito al quale l'anagrafe aveva stilato uno stato di famiglia in cui la coppia risultava separata pur abitando nello stesso alloggio'', si legge sul quotidiano. Il tribunale civile di Modena aveva dato loro ragione. ''Secondo i giudici modenesi, un funzionario dell'anagrafe non poteva dividere cio' che e' vincolato dalla legge'', si legge. ''Per fare cio' sarebbe stata necessaria la sentenza di un giudice come nelle cause di divorzio - continua - Sentenza che e' arrivata dai magistrati dell'appello per i quali, non vi sarebbe riscontro in Italia di un matrimonio tra persone dello stesso sesso''. I legali di Bernaroli e consorte hanno gia' annunciato il ricorso in Cassazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog