Cerca

Sel: Vendola, candidati e programma scelti con le primarie

Politica

Roma, 16 giu. - (Adnkronos) - La chiave della vittoria del centro sinistra alle prossime elezioni politiche e' nelle mani del popolo dei referendum. Lo sostiene il presidente di Sinistre Ecologia e Liberta', Nichi Vendola, in un'intervista all'"Espresso" nella quale invoca una nuova geometria nella costruzione della futura alleanza che dovra' contendere al centro destra la partita per il governo del Paese. Vendola e' sicuro che "non si puo' replicare l'idea di un'armata Brancaleone. Forse non si e' capito: noi siamo chiamati tutti quanti a salvare l'Italia e cambiarla. Dobbiamo farlo con il popolo dei referendum".

Il motore dell'alleanza, aggiunge Vendola, rimangono le primarie da utilizzare anche per l'elaborazione collegiale del programma, alla quale devono cooperare direttamente anche i cittadini. "Perche' -si domanda il presidente della Puglia- non costruire un grande spazio pubblico sulle idee, sulle scelte programmatiche? In tanti Comuni il programma e' stato creato con forum e discussioni corali e popolari, non e' stato sequestrato nell'autoreferenzialita' del ceto politico, non assoggettato a oligarchie".

"Le primarie -chiede ancora- ci hanno fatto bene o ci hanno fatto male? I referendum ci hanno fatto bene o male? Hanno fatto bene al centrosinistra. Alla democrazia. All'Italia. Li' c'e' il deposito dei segreti per tornare a vincere. Siamo condannati a vincere. Dobbiamo vincere per forza. Ma se lo facciamo perche' siamo rampanti e desiderosi di potere, non scalderemo il cuore di nessuno". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog