Cerca

Capri: per la Certosa un progetto di profumi e fiori di Paolo Pejrone (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il progetto e' realizzato col sostegno del Comune di Capri, degli Amici di Capodimonte e degli Amici della Certosa di Capri e ha il contributo di Seda Italy e di Carthusia - I profumi di Capri. Nel Chiostro Grande, vero e proprio spazio di clausura, la proposta assolutamente innovativa e' quella di piantare un tappeto di bulbi sull'intera superficie in modo da trasformare le aree a prato, tra la fine di marzo e l'inizio di aprile, in un campo variopinto per fioriture diverse.

Profumi e colori invaderanno per i periodi di Pasqua il grande parterre che andra', poi, in dormienza tra la meta' di aprile e la meta' di maggio, per tramutarsi ai primi di giugno in prato calpestabile. Nel piu' interno e intimo Giardino del Priore si e' inteso raggiungere un gioco ombroso attraverso la impostazione di pergole e una spessa coltivazione arborea. Le pergole saranno realizzate in elementi tradizionali in legno di castagno e rampicanti. Nelle aree a coltura, oltre alla vite, punto saldo in ogni Certosa, saranno piantate varieta' di fichi.

In alcune sale del Quarto del Priore, l'appartamento della guida spirituale della comunita' certosina contiguo al Giardino, si vorra' raccontare in sintesi la 'sistematica vegetale' della particolare flora caprese qui anche in 'confusione' con la ricchezza di erbe dalle proprieta' sfruttate in cucina, in medicina, in liquoreria, in profumeria. Un'operazione di valore anche didattico perche', come sostiene lo stesso Paolo Pejrone, ''la diffusione della conoscenza e' uno dei capisaldi della conservazione della natura''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog