Cerca

Teatro: Giro, un appello a liberare subito il Valle (2)

Spettacolo

(Adnkronos) - ''Proseguire l'occupazione -aggiunge ancora Giro- sarebbe allora un atto di pura protervia e solo un grave pregiudizio di natura politica contro l'amministrazione comunale potrebbe in qualche modo spiegare questa scelta che noi consideriamo a questo punto illegale. Torno a chiedermi perche' cio' non sia accaduto a Firenze con l'amministrazione del sindaco Renzi dove abbiamo raggiunto un'intesa simile per il teatro La Pergola''.

''A Andrea Camilleri -prosegue- rispondo che l'accusa di voler trasformare il teatro in 'una paninoteca' e' risibile. Le norme, le leggi, i codici prevedono un vincolo di destinazione d'uso e una forte tutela culturale del teatro. Non e' lecito, sopratutto ad un prestigioso scrittore come lui, parlare senza avere la minima conoscenza dei fatti e delle cose. E' davvero insopportabile''.

''E poi non mi risultano occupazioni di teatri ai tempi del governo Prodi o dell'amministrazione Veltroni a Roma quando di teatri in crisi, gestiti male e talvolta malissimo, strangolati dai debiti e a rischio chiusura ce n'erano, eccome. Perche' -conclude Giro- allora tutti zitti?''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog