Cerca

Roma: Meloni ricorda Cecchin, memoria condivisa contro violenza

Cronaca

Roma, 16 giu. - (Adnkronos) - "A 32 anni di distanza dalla morte di Francesco Cecchin puo' arrivare un messaggio di vita. La conoscenza e' il miglior strumento per fare in modo che nessuno muoia piu' per la violenza politica". A sottolinearlo il ministro della Gioventu' Giorgia Meloni nel corso della cerimonia per l'intitolazione del giardino di piazza Vescovio a Francesco Cecchin, il militante del Fronte della gioventu' ucciso 32 anni fa.

"La violenza e soprattutto quella politica -ha sottolineato Meloni- e' una implicita ammissione di inferiorita'. Ringrazio Walter Veltroni che inizio' questo percorso di memoria condivisa e ringrazio il sindaco Alemanno per la costanza e la serieta' con cui a Roma si sta costruendo questo percorso".

"Ieri ho letto una lettera su un quotidiano -ha proseguito il ministro- quello che mi ha colpito e' che non c'e' stato spazio per la pieta' per un ragazzo morto a 17 anni. Non c'e' stata una parola di condanna nei confronti dei suoi assassini. Io dico -ha concluso Meloni- che bisogna andare avanti con serieta' e coraggio e ricordare che Francesco e' stato ucciso da vigliacchi senza onore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog