Cerca

Teatro: Giro, sul Valle soluzioni concrete, Vita non attacchi Galan

Spettacolo

Roma, 16 giu. (Adnkronos) - ''Oltre che un collega considero Vincenzo Vita un amico personale e proprio per questo lo invito ad abbassare i toni della polemica anziche' esasperarli''. Lo afferma in una nota il sottosegretario ai Beni culturali, Francesco Giro. ''L'occupazione di un teatro -aggiunge Giro- soprattutto se questo teatro e' storico e prestigioso come il Valle di Roma, e' un fatto traumatico. Spargere altra benzina sul fuoco e' sbagliato''.

''Vincenzo Vita -prosegue il sottosegretario- sa bene che il trasferimento del Teatro dal Ministero dei beni culturali al Comune di Roma e' un atto previsto da una norma del federalismo demaniale che stiamo incominciando ad applicare in molti territori come a Firenze per il teatro La Pergola. E' una norma che ci consente di trasferire ai Comuni dei beni di interesse culturale ma subordinando sempre questa scelta ad un progetto culturale di valorizzazione''.

Secondo Giro, ''l'attacco gratuito dell'amico senatore Vita al ministro Galan sembra guidato piu' dal pregiudizio politico che dalla concreta volonta' di cercare soluzioni al problema. Perche' il collega Vita non ci aiuta ad interrompere una occupazione immotivata -aggiunge- e a promuovere un confronto serio sui contenuti dell'offerta culturale che il Comune si e' reso disponibile a condividere ? Continuare ad esaltare con una punta di nostalgia sessantottina le manifestazioni di piazza e le occupazioni pubbliche credo sia non solo anacronistico ma inutile anche perche' mi chiedo quale sia davvero la contro-proposta degli occupanti: forse -conclude Giro- quella di affidare in autogestione il teatro e con quali soldi, con quali fondi e per fare cosa? Per ritrovarci come e' accaduto in passato un teatro strangolato dai debiti?''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog