Cerca

Toscana: Rossi, consideriamo l'ospedale di Pescia strategico (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Riguardano il Pronto soccorso, la copertura del laboratorio di anatomia patologica, la ristrutturazione della sala parto, gli ascensori, l'adeguamento degli spazi dell'area medica, nonche' le manutenzioni straordinarie della copertura di vari padiglioni.

''Si tratta - precisa Rossi - di tali e tanti investimenti che dimostrano la volonta' di assicurare i servizi necessari a soddisfare i bisogni assistenziali della popolazione''. Il presidente non manca di notare come la costruzione del nuovo ospedale di Pistoia sia ingiustamente usata come spauracchio. ''Invece - osserva Rossi - il nuovo ospedale di Pistoia non depotenzia ne' prefigura la scomparsa dell'ospedale di Pescia in quanto questo presidio e' di fondamentale importanza nella rete delle strutture ospedaliere regionali''.

Rispetto ad altre Regioni che stanno tagliando posti letto in una logica dettata solo da esigenze di risparmio, la Toscana e' in una situazione di vantaggio, perche' ha lavorato in questi anni per rafforzare tutta le rete ospedaliera, in alcuni casi accorpando piccoli ospedali, in altri costruendone di nuovi e in altri ancora riqualificando, in maniera ragionata, quelli esistenti. E' questo il caso dell'ospedale di Pescia. ''Capisco le preoccupazioni locali - conclude il presidente Rossi - ma vorrei che, a partire dagli amministratori pubblici, si smettesse di pensare guidati dal ''bilancino'' dei posti letto, dalla prese nza o meno del singolo reparto e comunque da una logica ''conservatrice'' dell'esistente che, soprattutto in sanita', e' alquanto deleteria, per ragionare invece in ottica di qualita' e adeguatezza dei servizi e di area vasta''. Il presidente Rossi scrivera' direttamente a quei cittadini che nella cartolina hanno indicato il loro nome e il loro indirizzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog