Cerca

Toscana: Lega Nord, discriminazione di genere in scuole alfabetizzazione

Cronaca

Firenze, 16 giu. - (Adnkronos) - La Lega Nord Toscana ha presentato un'interrogazione e una mozione in Regione, a firma dei tre consiglieri regionali Antonio Gambetta Vianna, Marina Staccioli e Gian Luca Lazzeri, in seguito alle numerose segnalazioni di discriminazioni di genere ai danni di donne di fede islamica e di altre professioni operate da uomini musulmani durante alcuni corsi di alfabetizzazione. A causa delle convinzioni religiose degli islamici, alcune agenzie formative avrebbero creato delle classi separate fra uomini e donne.

''Si parla tanto di uguaglianza. Si parla tanto di parita' di genere e di integrazione. La verita' e' che gli islamici non sono ancora pronti ad abbracciare le nostre regole. Imporre di non condividere con le donne gli spazi in cui si svolgono le lezioni e' una pericolosa violenza di stampo medievalistico''. E' quanto afferma la vicecapogruppo del Carroccio, Marina Staccioli, per la quale «non e' da escludere che tali seperazioni possano avvenire anche all'interno dei centri territoriali permanenti per l'istruzione e la formazione in eta' adulta''.

Per Staccioli, ''oltre alla Costituzione, lo Statuto della Regione Toscana afferma che la Regione ''persegue, tra le finalita' prioritarie: il diritto alle pari opportunita' fra donne e uomini e alla valorizzazione della differenza di genere nella vita sociale, culturale, economica e politica. Il separare le classi facendo distinzioni di sesso e' inaccettabile, nonche' gravemente lesivo ed irrispettoso della nostra cultura e delle conquiste ad essa collegate. Accadimenti di questo tipo - conclude - rappresentano un vero e proprio regresso civile per la Toscana''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog