Cerca

Fecondazione: Puppato (Pd), da Regione Veneto sul limite di eta' e' fuga in avanti

Cronaca

Venezia, 16 giu. (Adnkronos) - ''Riconoscere un beneficio alle donne che ricorrono alla fecondazione assistita, sgravandole dai costi della prestazione, era un atto sacrosanto ed in questo senso la Giunta ha fatto bene a rimediare ad una situazione che e' peraltro oggetto di ricorsi in sede legale. Penso tuttavia che la tutela della salute di queste donne sia piu' importante di quella economica: i due aspetti non devono entrare in contraddizione''. Laura Puppato, capogruppo del Pd in Consiglio regionale veneto , critica la delibera della Giunta regionale riguardante la fecondazione assistita in Veneto: ''Il limite fissato dalla Giunta dei 50 anni per la donna appare dissonante rispetto a quello dei 43 indicato dalla letteratura scientifica. Si tratta insomma di una sorta di fuga in avanti che rischia di creare mamme-nonne e che probabilmente verra' cassata in sede di legislazione nazionale''.

''In ogni caso - prosegue Laura Puppato - la delibera della Giunta si inserisce in uno scenario legislativo che continua a lasciare insoddisfatti i cittadini perche' limita moltissimo i casi di fecondazione assistita. Il risultato - conclude Puppato - e' che decine di migliaia di coppie se ne vanno ogni anno all'estero per accedere all'opportunita' di fecondazione eterologa, come l'ovodonazione e la fecondazione in vitro. Insomma un vero e proprio turismo sanitario. Resta moltissimo da fare per divenire a tutti gli effetti un Paese europeo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog