Cerca

Immigrati: associazioni cristiane, dal 1990 piu' di 17mila vittime del mare (2)

Cronaca

(Adnkronos) - "Due le rotte principali - spiega la Comunita' di Sant'Egidio - da cui si sono originati i flussi di migranti via mare dall'inizio del 2011: la Tunisia e la Libia. 187 persone sono annegate sulla rotta tunisina, mentre, la rotta libica e' quella che desta maggiore preoccupazione e che ha fatto registrare, nel periodo considerato, la morte in mare di 1633 migranti sub sahariani''.

"La condizione di chi proviene dalla Libia in guerra - si osserva - e' di estrema vulnerabilita': minacciati da tutte le parti in conflitto sono costretti ad intraprendere la traversata su imbarcazioni fatiscenti e sovraccariche pur di raggiungere un rifugio sicuro in Europa''.

"Di fronte a questi dati - spiegano le diverse organizzazioni cattoliche - non si puo' rimanere in silenzio. Si tratta di uomini, donne e bambini in fuga da situazioni di conflitto, di gravi violazioni dei diritti umani e di persecuzioni. In cerca di un luogo sicuro sono, invece, andati incontro alla morte. Queste morti - e' la conclusione - sono un richiamo alla responsabilita', per guardare alla realta' della migrazione mettendo sempre in primo piano la vita di ognuno e il pieno rispetto dei diritti umani''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog