Cerca

Omicidio Rea: Parolisi, ho buttato io il mio telefonino al campo sportivo (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Riguardo all'arresto di una soldatessa, Laura Titta, nella stessa caserma in cui lavora Parolisi, il marito di Melania sottolinea: "Non ricordo di aver mai conosciuto questa ragazza, ne posso dire che sia stata una mia allieva o meno, perche' a me ne' passano tante e non mi ricordo tutti i nomi. Il cognome non mi dice niente, non penso di averla mai incontrata. Non penso sia una mia allieva''.

E sul movente del delitto della moglie, Parolisi chiede di far "fare agli inquirenti il loro lavoro, senza mettere altre confusioni. Una volta si parla di donne, una volta di tradimenti strani. Io voglio la verita' come tutta la famiglia - sottolinea - Portateci chi e' stato pero' senza degenerare. Gira sempre tutto intorno a me. Che io sia la causa di tutto? Io non lo so. Pero' basta".

"Io gia' vivo di rimorsi per quello che ho fatto a mia moglie, l'ho tradita, non e' facile ammettere di aver tradito la propria moglie in pubblico - aggiunge - Non posso stare qui a dire o fare qualcosa di cui non conosco l'esistenza. Per me e' una cosa astratta, puo' essere una cosa riconducibile, puo' essere una cosa effettiva, puo' essere il mio migliore amico, puo' essere stato chiunque". "Ho tradito mia moglie ma non l'ho ammazzata'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog