Cerca

Teatro: Giro, dopo parole di Galan liberare subito il Valle

Spettacolo

Roma, 17 giu. (Adnkronos) - ''Dopo l'intervista resa al Messaggero dal Ministro Galan credo che siano definitivamente cadute le ragioni di una occupazione del Teatro Valle che continuo a considerare illegittime e del tutto pretestuose''. Lo dichiara in una nota il sottosegretario ai Beni culturali, Francesco Giro, che afferma di parlare ''da sottosegretario ai beni culturali ma anche da cittadino di Roma, nato in questa citta' che credo di aver dimostrato in questi tre anni di rispettare con il mio impegno istituzionale al servizio del patrimonio culturale, storico, artistico e archeologico della Capitale''.

''Basti pensare al restauro di palazzo Barberini e della Villa Farnesina alla Lungara -aggiunge Giro- e al rilancio dell'area archeologica centrale di Roma che culminera' nel restauro integrale del Colosseo. Perche' non ricordare questi successi, caro Andrea Camilleri invece di dipingerci sempre con il solito snobismo della sinistra come degli zoticoni di centro destra? Mi spiace ma io non sono uno zoticone''.

''Occupare abusivamente un teatro -prosegue- senza peraltro proporre nulla di chiaro e di preciso mi sembra una dimostrazione di arbitrio e di violenza politica. Gli stessi occupanti da un lato affermano di non conoscere il progetto artistico per un rilancio del teatro ma dall'altro rifiutano di conoscerlo e di condividerne i contenuti attraverso un tavolo proposto dal Comune di Roma al quale anche il Ministero e' pronto a partecipare come garante di qualita'''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog