Cerca

A. Saudita: ex pilota Taruffi, donne al volante conquista di liberta'

Esteri

Roma, 17 giu. (Adnkronos) - ''Sono contenta perche' e' una conquista di liberta'. Sono due anni che ho appeso il casco al chiodo ma quando andavo a Dubai o negli Emirati Arabi per le gare di rally, ero una delle pochissime donne pilote. E mi guardavano un po' male''. Prisca Taruffi, ex pilota di rally, ora giornalista, parla cosi' della giornata 'Women2drive' in cui le donne saudite, velate, con la bandiera nazionale e la foto del re, guidano le automobili per le strade di Ryad e dell'Arabia per affermare i loro diritti contro la fatwa religiosa del 1991 che vieta loro di guidare.

''Il divieto per le donne di guidare e' incivile - spiega all'ADNKRONOS Prisca, figlia del pilota di Piero Taruffi, la 'volpe argentata'- e poi, si sa, che rispetto agli uomini, le donne sono sempre piu' prudenti al volante. Lo dico anche come docente di guida sicura. Sono sicura -conclude Taruffi- che anche le donne saudite dimostreranno di essere brave e prudenti''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog