Cerca

Perugia: accoltella connazionale, in manette tunisino

Cronaca

Perugia, 17 giu. - (Adnkronos) - Provava a farsi pagare il pizzo dai nuovi connazionali arrivati in citta', e se qualcuno disobbediva arrivava ad usare il coltello. La polizia ha arrestato un 31enne tunisino clandestino responsabile di un'aggressione avvenuta il 14 giugno scorso in via Martiti dei Lager. Alla vittima era stata riscontrata una ''ferita da punta e taglio del torace''. Dalla ricostruzione della dinamica, i colpi sono stati inferti non per ferire con la lama (''fendenti'') ma diretti a penetrare il corpo con la punta dell'arma, per cui all'uomo e' stato contestato il reato di tentato omicidio.

Alla squadra mobile, la vittima ha raccontato che alle 23 circa, mentre si trovava su una panchina di un parco, e' stato avvicinato da ''Khaled'' insieme a un ragazzo di colore, da lui mai visto prima. Il tunisino gli avrebbe chiesto soldi e sigarette e alla sua risposta negativa lo avrebbe colpito con un coltello. Nonostante le ferite, il giovane era riuscito ad arrivare in un esercizio pubblico e chiedere aiuto.

Sul posto erano arrivati sia personale del 118 che della squadra volante. Dopo le cure, alla polizia, l'aggredito aveva detto di aver conosciuto Khaled nella zona della stazione di Fontivegge un mese prima. A dire della vittima, Khaled gli avrebbe chiesto piu' volte del denaro senza peraltro riceverne mai, essendo il ferito giunto da poco in Italia e non avendo ancora alcuna attivita' lavorativa. Ora il tunisino e' in carcere a disposizione dell'autorita' giudiziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog