Cerca

Rifiuti: audizione in Regione Lazio, ambientalisti preoccupati (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, ha chiesto lo stralcio dello ''scenario di controllo'' - in altre parole il cosiddetto ''piano B'' - perche' la Regione non dovra' - a suo parere - cercare di ottenere deroghe. Anche il ''Forum Ambientalista'' ha manifestato preoccupazione per la possibilita' di derogare alle percentuali di legge sulla ''differenziata''. ''Il nodo irrisolto resta uno - ha sostenuto Sabina Ricotti del ''Forum Ambientalista''- in questa Regione non si vuol far partire la raccolta differenziata in maniera seria''. A fine mattinata sulla richiesta di stralcio del cosiddetto ''piano B'', i tecnici dell'assessorato che non e' possibile perche' e' previsto dalle norme di programmazione regionale.

Legambiente ha quindi domandato sul 'dopo Malagrotta' trasparenza e coinvolgimento di istituzioni, associazioni e cittadini, escludendo, pertanto, che si possano indicare i siti tra luglio e agosto, quando la gente e' al mare. Partecipazione dei cittadini al processo decisionale reclamata anche da Ecoitaliasolidale, nei giorni scorsi ascoltata anche dalla Commissione Ricorsi del Parlamento europeo, che ha chiesto di conoscere la data esatta di chiusura di Malagrotta. Certezza e trasparenza reclamata anche dai rappresentanti dell'''Assemblea cittadini Valle Galeria''. ''Se poi l'obiettivo e' quello del 65% di raccolta differenziata - ha osservato Parlati di Legambiente - non credo si possa cercare una nuova Malagrotta''. Alternative che ''Codici'', contrariata per l'assenza dell'assessore Di Paolo all'audizione, ha lamentato di non aver trovato nel piano rifiuti. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog