Cerca

Archeologia: Galloni, inaugurazione Santuario Ercole non festa ma evento culturale (2)

Cultura

(Adnkronos) - ''Il Santuario -spiega Galloni- e' di straordinaria importanza perche' era molto ricco, posto al centro di grandi scambi commerciali e utilizzato come banca da tutti gli agricoltori dell'epoca che vi depositavano la 'decina'. A partire dall'eta' Augustea, il 14 d.C., viene abbandonato e diventa cava di materiali utilizzati per la decorazione di altri monumenti''.

A questo proposito, la sovrintendente del Lazio chiarisce che nell'Antiquarium del Santuario, che da giovedi' sara' visitabile e che diventera' il museo del sito, ''verrano esposti oltre ai reperti originali anche opere d'arte, tra le quali due epigrafi recuperate dal museo di Tivoli e le copie di alcune statue custodite nei Musei Capitolini e nei Musei Vaticani e provenienti originariamente dal Santuario di Ercole Vincitore''.

Il sito dal XVII secolo viene utilizzato per fini industriali e, a ridosso del triportico e dell'Ara sacra vengono costruiti degli edifici adibiti prima a manifatture per la lana, poi, in epoca napoleonica, a fonderie per i cannoni, fino a diventare la sede delle Cartiere Segra, un'attivita' interrotta negli anni '50 del '900 quando l'area viene acquistata dal Demanio. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog