Cerca

Toscana: 'Codice rosa', per vittime violenza percorso speciale al pronto soccorso

Cronaca

Firenze, 17 giu. - (Adnkronos) - ''Codice rosa'', ovvero un percorso speciale per le vittime di violenza che arrivano al pron to soccorso: donne, ma anche bambini, anziani, omosessuali, immigrati. E' stato sperimentato per oltre un anno a Grosseto, ora viene esteso ad altre Asl toscane per un anno, per essere poi messo in atto in tutti i pronto soccorso della regione. Questa mattina l'assessore al diritto alla salute della Regione Toscana Daniela Scaramuccia e il Procuratore generale della Repubblica di Firenze Beniamino Deidda hanno firmato un protocollo che prevede l'avvio del progetto in fase sperimentale a Lucca (Asl 2), Viareggio (Asl 12), Prato (Asl 4), Arezzo (Asl 8), Grosseto (Asl 9, dove il progetto pilota e' gia' partito da un anno).

Nelle Asl, che sono state scelte per la peculiarita' dei loro territori e la rappresentanza delle tre Aree vaste regionali, verra' creata una task force interistituzionale, composta da operatori sanitari, forze dell'ordine e polizia giudiziaria, in grado di agire in sinergia e intervenire con professionalita' e tempestivita' nei casi di violenza su vittime appartenenti alle fasce piu' deboli della popolazione. Il progetto ha il suo punto di forza nell'accoglienza delle vittime di violenza che arrivano al pronto soccorso, e vengono identificate da un codice particolare, il ''codice rosa'', che prevede un percorso riservato di accoglienza alla vittima, cui vengono immediatamente prestate cure mediche e sostegno psicologico, avviando contemporaneamente le indagini delle forze dell'ordine per l'identificazione degli autori delle violenze. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog