Cerca

Archeologia: Galloni, inaugurazione Santuario Ercole non festa ma evento culturale (3)

Cultura

(Adnkronos) - ''Un'altra caratteristica del sito archeologico di Tivoli -ricorda Galloni- che ha determinato la sua iconografia tra i pittori paesaggisti dell'Ottocento, e' la torretta. Una vera e propria centrale elettrica, frutto del progetto dell'ingegner Canevari che aveva convogliato le acque provenienti da Villa D'Este e dalla cascatella dell'Aniene, sviluppando l'energia necessaria per l'illuminazione di Tivoli. Con i restauri appena conclusi, abbiamo recuperato la canalizzazione progettata da Canevari''.

''La filosofia del restauro -chiarisce Galloni- e' stata quella di recuperare le varie stratificazioni del sito archeologico, dal manufatto romano all'area di archeologia industriale, marcandone la differenza in modo da rendere chiaro ai visitatori ogni strato successivo del sito. Inoltre, per fare capire la maestosita' e l'importanza del sito, abbiamo ricreato con ponteggi temporanei il frontale del Tempio. Un'operazione che rientra nell'ottica dell'incremento della conoscenza e della valorizzazione dei beni culturali''.

Il percorso espositivo del Santuario inizia con una pedana multimediale che ricostruisce la veduta della valle come era 2000 anni fa. Poi si prosegue lungo il percorso della via Tecta (la parte via Tiburtina che fu coperta con la costruzione del Santuario) al di sotto della quale si vedranno, con sistema multimediale, le attivita' artigianali del Santuario. Da un'altra parte saranno proposti, sempre a livello multimediale, i disegni del Piranesi. Inoltre sara' aperto il teatro e l'Antiquarium. ''I prossimi restauri -conclude Galloni- che si svolgeranno a sito aperto, riguarderanno la conservazione degli edifici di archeologia industriale all'interno del triportico''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog