Cerca

Roma: inchiesta su usura, chiesto giudizio per ex pugile Galvano

Cronaca

Roma, 17 giu. - (Adnkronos) - Usura, estorsione e danneggiamento: per questi reati il pubblico ministero Luca Tescaroli ha chiesto il rinvio a giudizio di sei persone tra le quali Mauro Galvano che fu campione mondiale di pugilato della categoria super medi Wbc. Considerato come l'incaricato di punire le persone che erano restie a restiture le somme avute in prestito, Galvano, che oggi ha 46 anni, fu arrestato ad Ostia lo scorso anno proprio per le violenze che aveva fatto nei confronti di chi non restituiva il denaro.

Insieme con lui fini' in carcere in quell'occasione anche un carabiniere, Giovanni Morelli, al quale si contesta d'aver rivelato all'ex pugile particolari sullo svolgimento di alcune indagini. Insieme con Morelli e Galvano il pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio di Augusto Mascetti, Luca Giurioli, Bogdan Neavu che avrebbe affiancato Galvano nelle azioni di violenza e Fabrizio Fantini, di professione intermediario finanziario.

Secondo quanto e' emerso dalle indagini le persone che avevano chiesto prestiti erano costrette a pagare interessi che andavano fino al 70%. A provocare le indagini la denuncia di un commerciante di Acilia al quale gli strozzini avevano prestato 4mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog