Cerca

Toscana: 'Codice rosa', per vittime violenza percorso speciale al pronto soccorso (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Tra le prime sul territorio nazionale, l'esperienza di Grosseto ha preso il via nell'aprile 2010, con un protocollo siglato tra la Asl 9 e la Procura della Repubblica di Grosseto. Una task force costituita da 30 persone - magistrati, forze dell'ordine e personale sanitario del Centro di coordinamento vittime di violenza della Asl 9 - si attiva su ogni singolo caso, al momento in cui si verifica l'episodio di violenza. Tutti hanno partecipato a iniziative formative comuni e sono in grado di agire in stretta sinergia, per garantire interventi coordinati e di rapportarsi con le strutture presenti sul territorio. Il ''percorso rosa'' assicura alla vittima un'assistenza protetta, che ne garantisca privacy e incolumita' fisica e psichica, oltre ad assicurare la massima rapidita' di intervento nei confronti degli autori del reato.

In poco piu' di un anno di attivita', il ''codice rosa'' in funzione a Grosseto ha permesso l'emersione di oltre 300 casi di violenze, ai quali e' seguita l'apertura di procedimenti giudiziari e l'attivazione di azioni di sostegno della vittime. Nel 2010 il pronto soccorso di Grosseto ha trattato con il codice rosa 240 casi di maltrattamento, 36 casi pediatrici, 25 di stalking, 8 di abuso. Nei primi 5 mesi del 2011, 115 maltrattamenti, 8 casi pediatrici, 4 di stalking, 4 abusi. Casi che magari prima le vittime non segnalavano, per timore di ritorsioni o di divulgazione di notizie. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog