Cerca

Batterio killer: Dg Accredia, 350 centri in rete italiana sicurezza alimenti

Cronaca

Roma, 17 giu. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Nei mesi dell'allarme batterio killer "e' importante rassicurare gli italiani: la rete dei 350 laboratori di prova che effettuano analisi di sicurezza alimentare funziona egregiamente, ed e' sottoposta a controlli periodici". Parola di Filippo Trifiletti, direttore generale di Accredia, l'ente unico nazionale di accreditamento, designato dallo Stato per svolgere l'attivita' di accreditamento degli Organismi di certificazione e ispezione e dei Laboratori di prova e di taratura. "Spesso - dice Trifiletti all'Adnkronos Salute - le emergenze alimentari, come quella tedesca, fanno diventare notizia casi, come quello dei bimbi francesi, che in realta' normalmente non avrebbero la stessa eco. In ogni caso e' bene dire che e' stato messo in piedi un sistema per la tracciabilita' che consente di intervenire ritirando dal mercato prodotti sospetti rapidamente, come abbiamo visto ad esempio nel caso dei recenti sequestri cautelari di alimenti da parte dei Nas". Accredia si occupa dell'accreditamento di 910 (1.050 con le sedi secondarie) laboratori di prova, inclusi quelli per la sicurezza degli alimenti, soprattutto nei settori chimico e biologico (controllo dei prodotti alimentari, analisi ambientali, analisi merceologiche). Un settore delicato, quello del cibo, in cui e' importante che anche chi svolge i controlli e le analisi venga controllato. "Noi accreditiamo e valutiamo chi fa le analisi. E, se l'accreditamento ha una validita' di 4 anni, si eseguono anche ispezioni annuali e visite straordinarie". Insomma, "la rete sul territorio italiano e' sottoposta a un monitoraggio attento e funziona egregiamente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog