Cerca

Sicilia: centri di educazione ambientale per promozione aree marine protette

Cronaca

Palermo, 17 giu. - (Adnkronos) - Valorizzare le aree marine protette siciliane attraverso la creazione di centri di educazione ambientale. E' l'obiettivo di Panacea, il progetto che coinvolge i territori di Palermo, Agrigento, Siracusa e Malta e che mira, appunto, alla promozione delle Aree naturali attraverso i Centri di educazione ambientale. Oggi, a Siracusa, alla presenza del presidente della Provincia di Palermo, Giovanni Avanti, del presidente della Provincia di Siracusa, Nicola Bono, del sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis, e del sindaco di San Lawrenz a Malta, Noel Formosa, e' stato firmato l'accordo di partenariato che da' ufficialmente il via al progetto.

Le zone interessate in Sicilia sono quattro: Capo Gallo - Isola delle Femmine e Ustica nel palermitano, le isole Pelagie nell'agrigentino e il Plemmirio nel siracusano e due sono quelle maltesi, Rdum Majjiesa e Dwejra-Gozo.Nello specifico, Panacea e' stato ideato per valorizzare e monitorare le aree marine protette siciliane e maltesi, per promuoverne il valore scientifico attraverso la creazione di quattro centri di educazione ambientale: uno a Capo Gallo per il palermitano, uno a Lampedusa per le Pelagie, uno nella zona del Plemmirio per il siracusano e uno a Malta.

I centri, che verranno gestiti da personale specializzato, saranno messi in rete per operare in maniera piu' efficace perseguendo obiettivi comuni, come la valorizzazione e la tutela del patrimonio marino delle aree interessate. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog