Cerca

Societa': il neuroeconomista, la paura in borsa colpa dell'amigdala (2)

Economia

(Adnkronos) - Ma, continua Motterlini, non c'e' ancora nessuno studio neuro-scientifico che spieghi che nelle decisioni finanziarie un profano e' diverso da un esperto. "Si suppone -spiega- che l'esperto sappia sovrascrivere sul messaggio emotivo con l'esercizio della propria razionalita'. Ci si dovrebbe quindi aspettare una maggiore attivazione delle aree deputate ai compiti cognitivi di tipo razionale, quelle prefrontali del nostro cervello". In realta' sui mercati finanziari si assiste spesso a forti correzioni al ribasso, soprattutto da parte degli investitori istituzionali e professionali.

E' l'effetto gregge, sottolinea Motterlini, "una tipica trappola mentale, per cui se tutti vendono, vendo anch'io e se tutti comprano, compro anch'io". Un comportamento spiegato sperimentalmente da Motterlini e dal suo gruppo al San Raffaele nel caso del rimpianto, emozione cruciale nelle decisioni economiche. In una persona che prova rimpianto e in un'altra che la osserva si attivano le stesse aree del cervello. Fenomeno che sta alla base dell'effetto gregge, delle bolle e dei crolli in borsa.

Invece gli investitori che si muovono controcorrente e che ad esempio comprano quando tutti gli altri vendono, oltre ad essere in alcuni casi piu' ricchi, sono anche spesso piu' consapevoli delle proprie emozioni. "E' il caso del finanziere Warren Buffett -spiega Motterlini- per cui si deve comprare quando gli altri hanno paura e vendere quando gli altri sono avidi. In realta' si puo' supporre che le persone piu' razionali non sono quelle che non provano emozioni, ma quelle che hanno la migliore consapevolezza dei propri processi emotivi e cognitivi". Per vincere panico e paura in borsa si raccomanda in ogni caso coerenza con i propri piani di investimento, senza rincorrere le ondate emotive. Ricordando, conclude Motterlini con una battuta, che "il modo in cui ci siamo evoluti ci ha reso molto piu' adatti a vivere nella savana che non a Wall Street e sui saliscendi dei mercati finanziari".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog