Cerca

Sicilia: varata riforma appalti, procedure piu' snelle e maggiore trasparenza

Economia

Palermo, 17 giu. - (Adnkronos) - Procedure piu' snelle e il meccanismo dell'offerta economicamente piu' vantaggiosa, ritenuto piu' sicuro contro infiltrazioni mafiose. Sono i punti chiave della riforma del settore degli appalti pubblici, il cui articolato e' stato approvato ieri dall'Assemblea regionale siciliana. Il provvedimento elimina inutili differenze con il quadro normativo nazionale, pur preservando e tenendo conto delle specificita' della regione.

In Sicilia, dopo l'emanazione della legge 7 del 2002, vigevano ben ventuno leggi successive di modifica, integrazioni e, a volte, di modifiche delle modifiche, che determinavano una grave incertezza sulle norme da applicare procurando ritardi nelle procedure. Inoltre, l'entrata in vigore l'8 giugno scorso, del nuovo Regolamento di attuazione del Codice dei contratti, senza il nuovo intervento legislativo, avrebbe comportato un'ulteriore disordine.

Con il nuovo testo legislativo e' stato privilegiato come sistema di aggiudicazione, il metodo dell'offerta economicamente piu' vantaggiosa, ponendo dei paletti a salvaguardia dell'utile d'impresa. Nel caso di ricorso al sistema del massimo ribasso, sono state previste garanzie aggiuntive in presenza di ribassi eccedenti il 20%, con polizza fidejussoria bancaria. Sono state introdotte, inoltre, alcune norme di snellimento e di maggiore trasparenza per le attivita' svolte dall'Ufficio regionale per l'espletamento di gare (Urega). (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog