Cerca

Lucca: bufera giudiziaria, gli arrestati negano ogni addebito

Cronaca

Lucca, 17 giu. - (Adnkronos) - Hanno negato ogni addebito i cinque arrestati mercoledi' nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Lucca su presunte tangenti in cambio di agevolazioni per i procedimenti edilizi e urbanistici. Si sono svolti oggi gli interrogatori di garanzia, davanti al giudice delle indagini preliminari Simone Silvestri.

L'assessore Marco Chiari, il dirigente dell'ufficio urbanistica Maurizio Tani, detenuti nel carcere di San Giorgio, e l'architetto Giovanni Valentini dell'immobiliare Valore spa di Prato finito agli arresti domiciliari - tutti accusati di corruzione - sostengono di aver agito nel pieno rispetto delle norme e delle procedure tecniche. L'architetto Luca Ruggi si e' avvalso della facolta' di non rispondere, ma ha premesso di non essere colpevole.

Agli arresti domiciliari e' anche l'ingegnere Andrea Ferro, ex presidente della Commissione urbanistica-ambientale del Comune di Lucca. L'avvocato dell'architetto Valentini ha chiesto un'attenuazione o una revoca delle misure cautelari per il suo assistito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog