Cerca

Usa: e' riservista dei marine sospetto arrestato ad Arlington

Esteri

Washington, 17 giu. - (Adnkronos) - E' un riservista dei marine l'uomo arrestato questa notte nel cimitero militare americano di Arlington. Lo riferiscono fonti militari e della polizia, citate da Fox News, secondo le quali il sospetto si chiama Yonathan Melaku ed e' di fede musulmana. Fonti vicine alle indagini hanno anche riferito che l'uomo aveva uno zainetto contenente un block notes dove apparivano parole come "al Qaeda", "talebani" e "sconfiggere le forze della coalizione". Melaku, riservista dall'agosto 2007 e residente ad Alexandria, in Virginia, non e' mai stato in Iraq o afghanistan.

Al momento l'Fbi si e' limitato a riferire che l'uomo, di circa 20 anni, aveva uno zainetto con materale "non esplosivo e sconosciuto". Una portavoce del Federal Bureau of Investigation, Brenda Heck, ha detto ai giornalisti che le autorita' hanno anche rinvenuto l'automobile del sospetto, parcheggiata vicino al Pentagono. Una indagine e' in corso sulla vicenda. L'uomo rimane in stato di fermo, ma nei suoi confronti non e' stata formulata nessuna accusa.

L'allarme era scattato verso l'1.30 di questa mattina (ora locale) quando la polizia ha trovato un uomo all'interno del cimitero di Arlington, al di fuori degli orari di apertura al pubblico. L'uomo, che alcuni media hanno descritto come etiope, ha tentato di sfuggire agli agenti che sono pero' riusciti a fermarlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog