Cerca

Sanita': inchiesta in Piemonte, Gambarino resta in carcere

Cronaca

Torino, 17 giu. (Adnkronos) - Resta in carcere Piero Gambarino, il braccio destro dell'ex assessore regionale alla Sanita', Caterina Ferrero, al centro dell'inchiesta della Procura di Torino sulla sanita' piemontese. Il tribunale della liberta', davanti al quale l'istanza era stata discussa in mattinata, ha infatti respinto la richiesta di scarcerazione presentata dal suo legale, l'avvocato Gianmaria Nicastro.

Torna a casa invece l'odontoiatra Marco Mozzati. La richiesta di domiciliari presentata dal suo difensore, l'avvocato Pierfranco Bertolino, e' stata accolta. Gamabarino resta cosi' l'unico indagato in carcere dopo che, questa mattina, il tibunale della liberta' aveva gia' concesso gli arresti domiciliari per l'imprenditore Pierfrancesco Camerlengo e per l'ex commissario dell'Asl To5 Vito Plastino, e disposto l'obbligo di dimora per l'ex sindaco di Cavagnolo (To), Franco Sampo'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog