Cerca

Welfare: ddl Friuli Venezia Giulia corregge tiro, accesso a stranieri

Economia

Trieste, 17 giu. - (Adnkronos) - La Regione Friuli Venezia Giulia corregge il tiro e con un ddl concede l'accesso al welfare anche agli stranieri, prima penalizzati, a determinate condizioni. E' stato infatti approvato dalla Giunta regionale, in via preliminare, su proposta dell'assessore Roberto Molinaro, il disegno di legge "Disposizioni di modifica della normativa regionale in materia di accesso alle prestazioni sociali", che adegua alcune normative regionali ai principi del diritto comunitario.

Il provvedimento introduce una nuova individuazione dei soggetti destinatari degli interventi sociali previsti da alcune leggi regionali in vigore, spiega Molinaro, "tenendo comunque conto della necessita' di una certa stabilita' nel loro rapporto con il territorio di residenza, secondo un criterio di ragionevolezza".

A tutela di una condizione di parita' con il cittadino italiano, potranno godere delle possibili prestazioni di welfare previste dalla vigente legislazione regionale (interventi economici dei Comuni compresi nel "Fondo di solidarieta' regionale", a sostegno della famiglia e della genitorialita', in materia di edilizia residenziale pubblica e di diritto allo studio) i cittadini comunitari e loro familiari titolari di carta di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, nonche' i rifugiati come definiti dalle convenzioni internazionali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog