Cerca

Libia: Obama ignoro' alcuni pareri autorevoli su autorizzazione Congresso

Esteri

Washington, 18 giu. - (Adnkronos) - Barack Obama decise di ignorare il parere di due dei giuristi piu' autorevoli della sua amministrazione, gli esperti del dipartimento della Giustizia e della Difesa, rispettivamente Caroline Krass e Jeh Johnson, quando decise di proseguire la campagna aerea in Libia oltre 60 giorni dal suo inizio senza chiedere l'autorizzazione del Congresso.

Secondo quanto rende noto il New York Times, Obama ascolto' invece altri esponenti dell'amministrazione, il consigliere giuridico della Casa Bianca, Robert Bauer e il consigliere giuridico del dipartimento di Stato, Harold Koh, secondo cui i raid contro obiettivi del regime di Gheddafi non costituivano ''ostilita'''. Krass, capo dell'Office for Legal Counsel, e Johnson avevano invece avvertito il Presidente che tali attacchi ricadevano sotto la War Power Resolution, la legge che regola i poteri di un presidente in guerra.

Il loro consiglio avrebbe reso necessario che Obama ordinasse la cessazione, o la riduzione drastica, degli attacchi a partire dal 20 maggio. Il Presidente ha invece deciso altrimenti, cioe' che aveva l'autorita' per proseguire gli attacchi missilistici oltre 60 giorni e che questi non costituivano ''ostilita'''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog