Cerca

Turismo: Federalberghi Toscana, ricorsi a tappeto contro tassa di soggiorno

Economia

Firenze, 18 giu. - (Adnkronos) - ''No alla tassa di soggiorno'', ''investimenti in promozione ma con verifica dei risultati'', ''come utilizzare le nuove tecnologie''. Sono le tre questioni, su cui ha richiamato l'attenzione Paolo Corchia, presidente di Federalberghi Toscana, in occasione dell'annuale assemblea pubblica degli albergatori della Toscana, a Viareggio, cui hanno partecipato l'assessore regionale Cristina Scaletti, il coordinatore regionale degli assessori provinciali del turismo, Paolo Pacini, il sindaco di Viareggio, Luca Lunardini. Sulla tassa di soggiorno ''impugneremo, in sede amministrativa, regionale e nazionale, le eventuali deliberazioni delle amministrazioni comunali, a cominciare ovviamente da Firenze'', ha annunciato Corchia.

''Il turismo italiano ha pagato e soprattutto paghera' - secondo il presidente di Federalberghi Toscana - un grave scotto sull'altare dello scambio avvenuto tra l'Associazione Nazionale dei Comuni e la Lega Nord circa la legislazione sul federalismo fiscale. Roma, dove la tassa di soggiorno, con altre modalita', e' gia' stata introdotta da circa un anno, ha perduto il 20% delle comitive a vantaggio di aree limitrofe del Lazio, dove la tassa fino ad oggi non si pagava. L'introduzione della tassa sui bus turistici ha prodotto negli ultimi due anni un crollo di questo segmento del mercato di circa il 35-40% degli arrivi, non solo nelle citta' d'arte, ma in tutta la Toscana''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog