Cerca

Crisi economica: Riccardi (S.Egidio), diseguaglianze generano violenza (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''La speranza - ha detto ancora il fondatore della Comunita' di Sant'Egidio - e' messa alla prova dalla condizione di tanti poveri che peggiora: per lo smantellamento del sistema sociale e per la crisi economica che non passa e che pagano i poveri. E' messa alla prova dal fatto che aumentano i poveri. Ma anche dal fatto - ha spiegato - che i poveri sono sempre meno interessanti nella scala d'interessi generali e per un'opinione pubblica che non si accende piu' per loro, anzi e' abituata al loro soffrire. Infatti - ed e' un'altra prova- c'e' una crisi della cultura e della pratica della solidarieta', non piu' di moda''.

Il problema, ha detto ancora Riccardi, sta diventando paradossalmente la difesa dai poveri e non piu' dei poveri. ''Cosi' - ha aggiunto - si guardano preoccupati i senza fissa dimora come chi imbratta i quartieri e danneggia il turismo. I rom danno luogo a spropositate campagne -malgrado il loro ridotto numero- come un cancro delle citta'. I mendicanti appaiono un attentato al decoro urbano. Non c'e' spazio per i poveri nelle nostre citta'".

"Gli sbarchi degli ultimi mesi dal Mediterraneo - ha proseguito Riccardi - sono visti come un'invasione, immemori che altri paesi europei e l'Italia hanno gia' accolto larghi contingenti di immigrati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog