Cerca

Mafia: dichiarazioni Ciancimino su dinamite in fascicolo Procura Bologna

Cronaca

Bologna, 18 giu. - (Adnkronos) - Le dichiarazioni di Massimo Ciancimino sui candelotti di dinamite custoditi nella sua abitazione di Bologna confluiranno in un fascicolo che da tempo la Procura felsinea ha aperto sul figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo.

Il procuratore aggiunto, Valter Giovannini, e' titolare di quel faldone nel quale viene ipotizzato il reato di minacce gravi. E dentro sono confluite le denunce che nel corso del tempo Massimo Ciancimino, da due mesi in carcere, ha presentato per le minacce ricevute.

In particolare ha raccontato che una volta un personaggio a lui sconosciuto si e' presentato nella sua abitazione bolognese per invitarlo a pensare alla sua famiglia e quindi a smetterla di fare dichiarazioni. Poi aveva trovato alcuni proiettili nella buchetta delle lettere e infine un messaggio minaccioso sotto il tergicristallo della sua auto. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog