Cerca

Caso Mills: da Attanasio smentita 'bis', non miei i 600.000 dollari/il punto (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Attanasio entra in aula quando orami sono le 12.30 e per circa un'ora parla dei suoi rapporti con Mills e della gestione dei suoi soldi. Non che ci sia molto da dire. "Siccome eravamo diventati anche amici -racconta il teste in aula- ci trovavamo due o tre volte l'anno e Mills mi faceva un rendiconto delle spese sostenute, di quanto tratteneva per se', e di quanto aveva 'reso' quello che restava. Non ho mai notato anomalie. I numeri tornavano".

Ad Attanasio Mills non ha mai presentato una fattura o una parcella. "Io non ho mai ricevuto niente -dice l'armatore- poi non so se facesse fatture in contabilita'. Io avevo solo i conteggi, Mills mi dava solo rendiconti sintetici... e poi lui si autopagava". Ne' il legale inglese gli ha mai parlato di problemi con il fisco: "se lo avesse fatto mi sarebbe anche sembrato strano visto che era lui l'esperto di problemi fiscali".

In una gestione patrimoniale del genere, e' la tesi difensiva, tutto puo' succedere. Ma Attanasio sostiene che i 'conti' tornavano sempre. Almeno fino alla fine quando il legale gli promise, per chiudere la sua posizione, di dargli 150.000 sterline piu' altre 100.000 in azioni che pero' Attanasio non ha mai visto e per i quali oggi ha chiesto ai giudici l'autorizzazione a poter contattare Mills e ricevere finalmente quanto gli era dovuto. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog