Cerca

Giustizia: a Palermo due casi-pilota per velocizzare i tempi

Cronaca

Palermo, 18 giu. - (Adnkronos) - Una consumatrice che grazie alla mediazione recupera meta' del suo capitale andato in fumo dopo un fallimentare investimento bancario che coinvolge come lei migliaia di siciliani; un contenzioso che si chiude con successo in soli sei mesi grazie a un nuovo regolamento europeo applicato a Palermo per la prima volta. Sono i due casi-pilota che vedono il capoluogo siciliano in prima fila nella velocizzazione dei tempi della giustizia. I due casi, che costituiscono un precedente significativo per la giurisprudenza del Paese, saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa lunedi' prossimo, alle 11 alla Sala Conferenze della presidenza della Regione siciliana, in via Magliocco, a Palermo.

La Fondazione Rosselli presentera' anche un rapporto sugli effetti della mediazione in Sicilia a tre mesi dall'introduzione della riforma che, per molte materie di contenzioso, rende il tentativo di accordo obbligatorio prima di fare causa. Parteciperanno Maria Castri, responsabile dell'ufficio Tutela dei consumatori della Regione; Alessandro Palmigiano, direttore del Centro di ricerca Det della Fondazione Rosselli; Ariana Tadler, avvocato americano partner dello studio legale Milberg, un colosso nel campo della tutela dei consumatori; Benedetto Romano, presidente di Adiconsum Sicilia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog