Cerca

Chiesa: Bagnasco, onesta' e responsabilita' necessarie in momento non facile

Cronaca

Roma, 18 giu. - (Adnkronos) - "Viviamo circostanze non facili che chiamano in gioco la nostra responsabilita' e richiedono intelligenza, onesta', determinazione". Lo sottolinea il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, nel discorso pronunciato oggi al termine della processione diocesana del Corpus Domini, nel capoluogo ligure. "Dio non ci chiama fuori dalla storia - ha aggiunto - e i credenti non hanno paura delle sfide ne' si sentono subalterni a idee o poteri. Sono consapevoli che la fede ha qualcosa di originale e di unico da portare per costruire la vita dell'uomo e della societa'".

"Molte e doverose sono le speranze che ogni cuore coltiva - ha detto Bagnasco - avere degli amici veri, farsi una famiglia, trovare un lavoro stabile e degno, essere meritevole della fiducia altrui, godere di una buona coscienza, andare a testa alta perche' si fa onestamente il proprio dovere, avere il senso dell'onore e il gusto del sacrificio per cio' che conta in termini di nobilta' spirituale ed etica. Ma non dimentichiamo - ha ammonito il presidente della Cei - al di la' delle apparenze chiassose, una grande ombra aleggia e insidia i cuori: il pensiero che la vita sia una caduta permanente nel vuoto, e il dubbio che vivere onestamente sia inutile".

"Avvolta da questo fantasma - ha proseguito - l'esistenza si rinchiude su se stessa, i rapporti si rattrappiscono, il sospetto si fa generalizzato, tutto diventa fragile e pesante. E' necessario trovare la speranza grande e affidabile, quella che - non venendo dagli uomini e dalle cose - viene dall'alto ed e' radicata in alto. E' Dio la speranza affidabile, perche' e' Lui la nostra origine e il nostro destino".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog