Cerca

Omicidio Meredith: testimonia Alessi, Amanda e Raffale non c'entrano/Adnkronos

Cronaca

Perugia, 18 giu. - (Adnkronos) - Sono cinque le persone che oggi hanno testimoniato a Perugia nel processo d'Appello per l'omicidio di Meredith Kercher in cui sono imputati Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Cinque uomini detenuti, tutti chiamati a testimoniare dalle difese dei due imputati per scagionarli. Tutti infatti, sostengono che Amanda Knox e Raffaele Sollecito siano estranei all'omicidio di Meredith Kercher. Mario Alessi, l'assassino del piccolo Tommaso Onofri, e' stato il primo della giornata.

Il muratore siciliano ha detto: "Rudy Guede mi disse che Amanda Knox e Raffaele Sollecito non c'entravano niente con l'omicidio di Meredith Kercher". Secondo quanto riferito poi, Guede gli avrebbe raccontato una ricostruzione dell'omicidio di Meredith totalmente diversa da quanto conosciuto fino ad ora. Guede, gli avrebbe infatti confidato che Meredith venne uccisa da un suo amico, di cui pero' non gli avrebbe detto il nome. Secondo questo racconto, Guede si sarebbe recato a casa di Mez insieme a questo suo amico che aveva conosciuto la studentessa inglese qualche sera prima in un locale.

Sempre secondo Alessi, Guede e il suo amico avrebbero proposto un rapporto a tre alla ragazza. La ragazza avrebbe rifiutato e li avrebbe invitati ad andarsene da casa sua. A quel punto, Rudy si sarebbe recato in bagno, e al ritorno avrebbe trovato Mez stesa per terra trattenuta dal suo amico. Rudy si sarebbe unito a loro e, a turno, si sarebbero masturbati, mentre l'altro teneva ferma Meredith. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog