Cerca

Gb: riforma pensioni, sindacati minacciano piu' grandi scioperi dal 1926

Esteri

Londra, 18 giu. - (Adnkronos) - I sindacati britannici sono scesi sul piede di guerra, minacciando la piu' grande ondata di scioperi dal 1926, di fronte alla proposta del governo di Londra di alzare l'eta pensionabile dei dipendenti pubblici e rendere piu' 'pesanti' i contributi. Di fronte all'alzata di scudi dei sindacati il ministro Vince Cable ha detto che e' ancora aperta ai negoziati, appellandosi alla capacita' di "persone ragionevoli" di raggiungere un accordo.

Ed e' l'avvio di nuovi negoziati con il governo e' stato chiesto dal segretario generale del sindacato degli Insegnanti: "il nostro timore e' che la riforma rendera' le nostre pensioni cosi' poco attraenti e cosi' costose che spingera' i dipendenti pubblici, in particolare insegnanti, infermieri e assistenti sociali, a vivere con una pensione di poverta' - ha detto Mary Boustead - il governo deve negoziare in modo giusto, e deve decidere se si tratta di negoziati o se vuole semplicemente portare avanti la legge".

Gli insegnanti hanno gia' convocato uno sciopero per il prossimo 30 giugno, lo stesso giorno in cui incroceranno le braccia i dipendenti dei ministeri e delle altre agenzie governative. Ed i leader dei sindacati degli insegnanti minacciano uno sciopero a tempo indeterminato per proteggere le proprie pensioni, promettendo la mobilitazione piu' grande dai tempi dello sciopero generale del 1926.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog