Cerca

Papa: Dio ama l'uomo nonostante il male, i peccati e l'egoismo

Cronaca

San Marino, 19 giu. - (Adnkronos) - ''Nel mondo c'e' il male, c'e' egoismo, c'e' cattiveria e Dio potrebbe venire per giudicare questo mondo, per distruggere il male, per castigare coloro che operano nelle tenebre. Invece Egli mostra di amare il mondo, di amare l'uomo, nonostante il suo peccato, e invia cio' che ha di piu' prezioso: il suo Figlio unigenito''. E' quanto ha detto questa mattina Benedetto XVI durante la messa celebrata a San Marino nello Stadio Serravalle. Il Papa si e' recato oggi in visita alla Repubblica di San Marino per una trasferta di poche ore.

Il Signore ha spiegato il Papa durante l'omelia, non solo invia il proprio figlio, ''ma ne fa dono al mondo. Gesu' e' il Figlio di Dio che e' nato per noi, che e' vissuto per noi, che ha guarito i malati, perdonato i peccati, accolto tutti''. ''Rispondendo all'amore che viene dal Padre -ha aggiunto il Pontefice- il figlio ha dato la sua stessa vita per noi: sulla croce l'amore misericordioso di Dio giunge al culmine. Ed e' sulla croce che il figlio di Dio ci ottiene la partecipazione alla vita eterna, che ci viene comunicata con il dono dello Spirito Santo''.

Per questo ''nel mistero della croce, sono presenti le tre persone divine: il Padre, che dona il suo figlio unigenito per la salvezza del mondo; il figlio, che compie fino in fondo il disegno del Padre; lo Spirito Santo -effuso da Gesu' al momento della morte- che viene a renderci partecipi della vita divina, a trasformare la nostra esistenza, perche' sia animata dall'amore divino''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog