Cerca

Caso Claps: sull'asse Potenza-Londra giorni decisivi (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Davanti al giudice Ian Burnett, il ''prosecutor'' (l'accusa) Michael Bowes ha parlato chiaro sin dal primo istante del dibattimento. A uccidere Elisa Claps e Heather Barnett e' stata la stessa persona: Danilo Restivo. Questa la pesante contestazione su cui e' stato costruito tutto il processo da parte dell'accusa.

Tanto che ha chiamato a testimoniare anche i periti impegnati sul fronte potentino, a cominciare dal medico legale Francesco Introna, la cui perizia autoptica e' stata decisiva sia per le indagini in Italia che nel Dorset. Oltre ai periti, sono stati chiamati a deporre anche Gildo Claps, fratello di Elisa, e le amiche che la persero di vista il 12 settembre del 1993, giorno della scomparsa e dell'omicidio.

In pratica nell'aula di Winchester e' andato in scena non solo il processo per l'omicidio Barnett ma anche una corposa anticipazione dell'eventuale processo che si terrebbe a Restivo se ci sara' il rinvio a giudizio. Gli alibi di Danilo Restivo sono stati passati al setaccio e smontati dall'accusa, nonostante le insistenze della difesa che in questi giorni avra' modo di esporre compiutamente le proprie tesi. Sono state analizzate, inoltre, le tante analogie dei due delitti, dalle modalita' degli omicidi al famigerato taglio dei capelli che costituisce una firma dell'assassino. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog