Cerca

Criminalita': sei giorni di ''Trame'', in Calabria il primo festival dei libri sulle mafie (5)

Cronaca

(Adnkronos) - Il paradosso, prosegue Lirio Abbate, e' che ''accade che mentre c'e' uno sviluppo culturale informativo che vuole denunciare l'aggressione della mafia sulla societa' civile, la societa' civile ancora non si sveglia. L'idea allora e' quella di raccogliere tutti gli autori che hanno inserito le loro denunce nei libri e portarli in mezzo alla gente, nel centro storico di Lamezia Terme, a confrontarsi con loro''.

Il confronto, secondo gli ideatori del festival dei libri sulle mafie, puo' diventare utile a risvegliare le coscienze perche' ''ci sono esempi pratici di persone che si espongono e denunciano, e possono essere seguiti dalle vittime dell'estorsione e della 'ndrangheta in generale. Portiamo in mezzo alla gente persone che hanno vissuto sulla loro pelle delle esperienze''.

La brochure del festival ''Trame'' presenta come elemento grafico una mano, un'impronta digitale e un omino nascosto nell'ombra prodotto dall'impronta. ''L'illustrazione -spiega Abbate- e' di Guido Scarabottolo, che ha sposato il progetto con entusiasmo. La mano rappresenta il significato di lasciare l'impronta di quello che fai. Se ci metti la mano, la faccia, diventa universale. E lo fai apertamente rispetto a un uomo che si nasconde nell'ombra''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog