Cerca

Roma: usava schede telefoniche intestate a terzi, arrestato

Cronaca

Roma, 20 giu. - (Adnkronos) - I finanzieri del Comando provinciale di Roma, dopo lunghe indagini, hanno arrestato, su ordine dell'Autorita' giudiziaria di Civitavecchia, un uomo sospettato di avere utilizzato i dati anagrafici di ignare persone, dopo esserseli procurati illecitamente, per l'intestazione di schede telefoniche di alcuni gestori nazionali e la sottoscrizione di abbonamenti a servizi vari, fra cui la navigazione su internet.

In questo modo, L.M., di 41 anni, si procurava anche costosi computer e telefonini messi a disposizione dalle compagnie telefoniche che venivano venduti 'in nero' con un ingente profitto. Gli ignari intestatari di contratti telefonici si vedevano recapitare dai gestori le bollette dei servizi erogati e mai ricevuti.

Gli accertamenti, eseguiti dai militari della Compagnia di Civitavecchia, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno consentito di delineare le modalita' dell'ingegnoso sistema ideato dal truffatore e ricostruire puntualmente i suoi passaggi, dalla intestazione delle schede telefoniche alla sottoscrizione di contratti telefonici e di navigazione internet. Sono trenta le persone truffate ma non si esclude che il numero possa salire al termine di ulteriori accertamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog