Cerca

Governo: Zingaretti, Alemanno e Polverini tolgano fiducia al premier

Politica

Roma, 20 giu. - (Adnkronos) - "La destra sta trasformando uno scontro interno in uno scontro tra italiani trascinandoci tutti in un dibattito senza senso. Non possiamo accettarlo". Cosi' il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti in un'intervista al quotidiano 'la Repubblica' commenta le posizioni assunte dal sindaco Gianni Alemanno e dalla governatrice del Lazio Renata Polverini all'indomani del raduno leghista di Pontida.

Zingaretti invita sindaco e governatrice a sfiduciare il governo quando in Parlamento si votera' la mozione annunciata da Alemanno per ribadire che i ministeri devono restare a Roma, e aggiunge: "La verita' e' che Lega, Pdl e centrodestra romano vogliono nascondere un doppio fallimento. Il federalismo innanzitutto. I decreti attuativi sono arenati e la condizione economica dell'Italia lo rende inattuabile adesso. Sono impantanati. Dovevano spostare i poteri delllo Stato centrali sui territori. Ripiegano su un immaginario trasloco dei ministeri in giro per l'Italia".

L'altro fallimento, secondo il presidente della Provincia e' "Roma capitale. Non e' cambiato molto con la legge, se non la carta intestata del Comune. Siamo ridotti alla raccolta di firme per dfendere prerogative elementari". E sottolinea: "Sono preoccupato. Da italiano prima che da romano. Temo che il doppio fallimento finira' per alimentare una assurda lotta tra italiani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marc59

    20 Giugno 2011 - 12:12

    Di fallimentare c'è solo la politica della Provincia di Roma, tre anni di governo "zeru titoli". Chi dovrebbe dimettersi? Priprio lui.

    Report

    Rispondi

blog