Cerca

Mostra: ''La Via Appia. Laboratorio di mondi possibili tra ferite ancora aperte'' (4)

Cultura

(Adnkronos) - Nella trascrizione grafica del titolo 'Via Appia diventa mia', ossia di ogni cittadino, nel momento in cui queste azioni di recupero vengono portate a termine. Attraverso le immagini presentate nella mostra si puo' conoscere come sia stata e sia l'Appia di tutti, attraverso le vedute di fotografi dei secoli scorsi, che rimanevano incantati dall'imponenza dei monumenti nel paesaggio sconfinato.

Attraverso le fotografie e le denunce di personaggi come Antonio Cederna, invece, si osserva la graduale distruzione; l'obiettivo attento di Stefano Castellani, che documenta tutto il lavoro svolto dalla Soprintendenza, cattura anche le suggestioni che i monumenti e i luoghi conservano ancora oggi.

In alcuni pannelli della mostra sono stati focalizzati punti di estremo interesse nel costante monitoraggio della salvaguardia del territorio: sono state riassunte le tappe principali della tutela dell'Appia, raccontata anche con documenti d'archivio e alcuni articoli di giornali. Fotografie aeree scattate in periodi diversi illustrano come si sia modificato l'agro romano attraversato dall'asse della Via Appia. E, infine, una esemplificazione di come i dati di questo immenso patrimonio sono gestiti: un Sistema Informativo che, all'interno di una piu' ampia classificazione dell'intero patrimonio della Soprintendenza, si sofferma sull'Appia. La mostra e' accompagnata da una raccolta di saggi nella collana Pesci Rossi edita da Electa dal titolo La via Appia, il bianco e il nero di un patrimonio italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog