Cerca

Roma: sparano ai carabinieri nel corso di un blitz, arrestati (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Ci sarebbero motivi legati alla spartizione dei luoghi di prostituzione sulle strade della Capitale dietro alla rapina messa a segno il 17 giugno scorso a tre prostitute, minacciate con una mazza da baseball, in via Aurelia, all'altezza di Casal Lumbroso. I tre rapinatori arrestati avevano portato via alle ragazze 1.100 euro. A guidare i carabinieri sulle tracce dei tre sono state le descrizioni fornite dalle prostitute e l'auto con targa spagnola usata per la rapina.

I militari hanno individuato il 29enne a Ladispoli il 19 giugno scorso, poi dopo ulteriori indagini, hanno scoperto il casolare a Ceria, nelle campagne di Cerveteri, dove si nascondevano gli altri due complici. Quando i militari hanno fatto irruzione nella casa uno dei due rapinatori ha sparato un colpo di fucile che e' passato a un metro di distanza dal carabiniere. Al termine di una colluttazione i due sono stati arrestati.

Il fucile, un Benelli calibro 20 a canna mozza e con la matricola abrasa, e' stato sequestrato e inviato al Ris per verificare se sia stato usato per commettere altri reati. Il 29enne, che aveva precedenti per riduzione in schiavitu', era stato gia' espulso nel 2009 dal territorio nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog