Cerca

Borsa: Piazza Affari fanalino di coda dell'Europa, Ftse Mib -2,56%

Finanza

Milano, 20 giu. - (Adnkronos) - Cresce l'incertezza sul destino della crisi debitoria greca dopo che i ministri delle finanze della zona euro hanno scelto di rinviare la decisione sulla prossima tranche di aiuti ad Atene. E Piazza Affari, come del resto le principali piazze europee, zavorrate dai bancari, ne pagano le conseguenze. Tutto il vecchio continente, questa mattina, vive una seduta all'insegna dei ribassi decisi.

Peggio di tutte, pero', fa la Borsa nostrana appesantita anche dal faro di Moody's sul rating sovrano in Italia. Maglia nera tra le consorelle, Piazza Affari, al giro di boa di meta' seduta, vede il Ftse Mib segnare il passo a -2,56% e l'All Share a -2,46%. In Europa non va meglio con Amsterdam a -0,98%, Bruxelles a -1,19%, Parigi a -1,28%, Francoforte a -1,06%, Londra a -0,87%, Madrid a -1,73% e Lisbona a -1,89%.

Le vendite colpiscono soprattutto i bancari. A guidare il ribasso del comparto e' Bpm in picchiata a -8,59% dopo il rally di venerdi'. In mattinata, Banca popolare dell'Emilia-romagna ha diffuso una nota in cui smentisce che siano allo studio trattative per una fusione. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog