Cerca

Fiat: Marcegaglia, condividiamo e riteniamo corrette sue istanze

Economia

Torino, 20 giu. - (Adnkronos) - ''Confindustria e io personalmente sposiamo e riteniamo che le istanze della Fiat siano corrette. Non ci sono dubbi che una grande azienda come la Fiat possa avere un proprio contratto, e' giusto''. Lo ha detto la presidente degli industriali, Emma Marcegaglia, che intervenendo all'assemblea dell'Unione industriale di Torino, alla quale, pero' non erano presenti i vertici del Lingotto perche' impegnati all'estero, ha aggiunto: ''E' difficile mettere insieme un sistema di regole che vada bene per la Fiat e per la moltitudine di piccole e medie imprese alcune delle quali non hanno neppure il sindacato''.

Per il leader degli industriali, pertanto, ''bisogna mettere in piedi un meccanismo di flessibilita' che consenta a chi non ha un sindacato di avere un buon contratto nazionale e dall'altra parte che permetta alle medie e grandi aziende di derogare su alcuni temi specifici e di decidere a livello aziendale. In alcuni casi il contratto aziendale puo' sostituirsi a quello nazionale -ha concluso- abbiamo idee chiare su questo ma per fare i contratti bisogna essere d'accordo noi e il sindacato. Una parte del sindacato lo capisce ma se non prevarra' questa impostazione dovremo comunque andare avanti''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog