Cerca

Scuola: Gelmini, nessuna intenzione penalizzare istituti di montagna

Cronaca

Torino, 20 giu. - (Adnkronos) - "Il tempo e' galantuomo, mi pare che si sia dimostrato che da parte del Governo non vi era alcuna intenzione di penalizzare le scuole di montagna, quanto di garantire maggiore sicurezza degli edifici scolastici. L'idea era e rimane quella di favorire una verifica puntuale del grado di sicurezza degli edifici e anche un accorpamento laddove le condizioni lo rendano indispensabile". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, durante la sua visita di questa mattina alla Fondazione 'Piazza dei Mestieri' a Torino, a proposito del futuro delle piccole scuole di montagna.

"Mi pare pero' che al netto di alcune difficolta' e di alcune criticita' - ha sottolineato il ministro - il sistema della scuola abbia retto in questi anni e stia procedendo bene". La Gelmini ha poi ricordato che all'interno del decreto per lo Sviluppo c'e' un piano triennale che prevede "saranno nell'arco di tre anni 60mila gli insegnanti, distribuiti in tutto il Paese e quindi anche in Piemonte, che verranno immessi nelle graduatorie e quindi assunti a tempo indeterminato. Mi pare - ha concluso - che questo sia un segnale preciso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog